Visita Nutrizionistica

Dott. Riccardo Rossi Marcelli

Sede: Via Appiano n. 13/C

Guidonia Montecelio (RM)

P.I. 15647231008

N° iscrizione Albo AA_084827 (Sezione A)

Cookie Policy    Privacy Policy

 

logo1-white

facebook
instagram
whatsapp

Home

Chi Sono

Cosa posso fare per te

Blog

Collaborazioni

Dove Ricevo

Contatti

logo bianco

facebook
instagram
whatsapp

Sito realizzato da riclicco.it

 

Visita Nutrizionistica

rrm_sito_quadrato (1).jpeg

A chi è rivolta la figura del nutrizionista?

A tutti quei soggetti:

- in stato di malnutrizione per difetto e per eccesso (sottopeso, sovrappeso e obesità);

- con disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia, ecc..);

- in stato patologico (malattie autoimmuni, tumori, ecc..);

- in stato fisiologico ma con parametri metabolici alterati;

- con intolleranze (lattosio, glutine), allergie accertate (grano, soia, proteine del latte, uova, frutta a guscio, pesce e crostacei, arachidi, ecc..) o che comunque presentino dei sintomi che possano far presumere una delle due condizioni (disturbi gastro-intestinali di diversa entità, eruzioni cutanee, ecc..);

- sportivi;

- donne in gravidanza  e allattamento;

- bambini e ragazzi in fase prepuberale e puberale per garantire loro un corretto sviluppo.

 

Visita Nutrizionistica

Ad ogni modo, un'educazione nutrizionale sana e individuale è consigliata a chiunque voglia unire un' equilibrata alimentazione al proprio stile di vita, sia con il fine di PREVENIRE l'insorgenza di complicanze metaboliche, sia per evitare il peggioramento di una già conclamata situazione patologica.


Come prepararsi alla visita nutrizionistica?

La documentazione utile nel primo incontro è:

1) Un diario alimentare (disponibile gratuitamente alla fine dell' homepage) dove annotare le proprie abitudini alimentari durante la settimana che precede la prima visita. Da non sottovalutare, lo spazio apposito riservato ad eventuali sintomi o fastidi, da riportare in fondo ad ogni "giornata alimentare".

 

2) Tutti quei referti laboratoristici che possono riferirsi: ad una o più patologie previamente segnalata/e; a delle intolleranze/allergie alimentari (lattosio; glutine; nichel; ecc...); ad un check generico e routinario di esami clinici (sangue/urine).


Come si svolge la visita nutrizionistica? 

Durante il primo incontro, con lo scopo di definire gli obiettivi del paziente, tempi e modalità del percorso da intraprendere, il nutrizionista effettua un'anamnesi completa della persona:


Valutazione della storia delle patologie della famiglia al fine di poter consigliare gli alimenti più adatti, nella prevenzione di eventuali malattie a carattere ereditario.


Valutazione dei referti clinici del paziente.


Valutazione del diario alimentare e della pregressa storia alimentare del paziente, all’aderenza a particolari diete e alle variazioni di peso nel corso degli anni. 


Valutazione delle abitudini: comprendere lo stile di vita del paziente e gli eventuali comportamenti della famiglia, per poter elaborare un piano alimentare quanto più possibile eseguibile dalla persona. 


Misurazioni antropometriche: rilevamento di altezza, peso e circonferenze.


Misurazioni bioimpedenziometriche: rilevamento di massa grassa (FM), massa magra (FFM), idratazione corporea e la sua relativa compartimentazione (extra o intra cellulare), metabolismo basale ed energetico utile nella valutazione del fabbisogno calorico.


Elaborazione del piano nutrizionale: successivamente il Biologo Nutrizionista elaborerà un piano alimentare personalizzato che verrà consegnato a distanza di pochi giorni e adeguatamente illustrato al paziente. Non sarà mai un punto di arrivo ma sempre un punto di partenza, in continuo cambiamento e evoluzione, per raggiungere con flessibilità gli obiettivi condivisi tenendo conto delle richieste del paziente e dei gusti personali.


Incontri periodici (controlli)

La cadenza dei controlli può essere variabile durante il percorso e si stabilisce a seconda dello schema nutrizionale prescritto, relativo alle esigenze/obiettivi del paziente, in un determinato periodo. Durante ogni visita verranno nuovamente raccolti dati, (questionario e misurazioni) attraverso i quali si potrà valutare come meglio procedere. Questi incontri non devono essere vissuti come degli “esami con giudizio”, ma come momenti fondamentali per poter intervenire in maniera puntuale ed esaustiva nel caso esistano dei punti di non aderenza al programma e per fornire nuovi stimoli ed input motivazionali. Il colloquio è essenziale per consentire al nutrizionista di agire in modo puntuale sul paziente, sul piano o su entrambi, al fine di superare le eventuali difficoltà e perseverare nel raggiungimento degli obiettivi.


Consigli

Fondamentale per la riuscita di qualsiasi impresa, piccola o grande che sia, è la fiducia. Questo concetto andrà tenuto bene a mente quando deciderai di intraprendere un percorso nutrizionale e durante tutta la sua durata. Se hai già tentato di fare delle diete o stai cercando in questo momento dei suggerimenti per migliorare la tua alimentazione, a prescindere da quale sia il tuo scopo, hai un ostacolo da superare. Il Biologo Nutrizionista ti prenderà per mano e ti accompagnerà verso un' educazione nutrizionale consapevole, dedicandoti tutta la sua conoscenza, la sua professionalità, la passione e il tempo necessario. L’approccio è pragmatico e orientato alla ricerca di nuove soluzioni per aiutarti a superare le difficoltà che ti impediscono di agire in modo coerente con le tue aspettative. L’obiettivo è quello di lavorare con efficacia sul delicato processo di cambiamento delle abitudini alimentari, adeguando l’intervento alle tue risorse, ai tuoi obiettivi e sostenendoti nel percorso attraverso l’apprendimento di strategie più funzionali nel raggiungimento del tuo benessere.